Manu Terzo Occhio: l’Ornamentale che scatena farfalle nello stomaco

«A quale donna non piace agghindarsi per attirare gli sguardi? Si tratta di un retaggio così tribale!». La filosofia di Emanuela Bilella è davvero tutta da scoprire… Il suo studio si trova a Sant’Ilario D’Enza, Emilia più profonda (provincia di Reggio) e si chiama, misticamente, “Terzo Occhio Tattoo”. Lei invece è Emanuela Billella, in arte Manu Terzo Occhio, e le sue creazioni sono tatuaggi ornamentali (o “modern primitive”, come suggerisce la sua pagina ufficiale Instagram) da levare il fiato a entrambi i sessi. L’abbiamo intervistata per farvela conoscere meglio, visto che l’artista indubbiamente merita.

Fin dal nome del tuo studio sospetto che tu sia una persona con interessi sia nel mistico che nello spirituale, vero?
Effettivamente sì. “Terzo Occhio”, per la cronaca, è il titolo di un libro che mi ha aiutato a collegare il percorso che ho fatto come terapista Shiatsu/Reiki al mio obiettivo di vita nel mondo. Ovvero prendermi cura delle persone attraverso un fenomeno sociale come quello del tatuaggio.

Manu Terzo Occhio
Manu Terzo Occhio

Sei partita da studi specifici sul Tribale per arrivare al tuo stile di riferimento – l’Ornamentale – oppure hai cominciato a tatuare basandoti su quest’ultimo?
La mia ricerca, in generale, è cominciata da tutto il mondo tribale. Mi è sempre piaciuto conoscere le varie culture globali, ma ben presto mi sono resa conto che non era possibile fare tutto e bene. A quel punto ho seguito di più il cuore cercando quello che più mi attraeva e mi appassionava. L’ornamentale è stato lo stile che più mi muoveva le farfalle nello stomaco e, di conseguenza, ho preferito seguire quelle! (ride)

Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia
Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant’Ilario D’Enza, Reggio nell’Emilia

Se parliamo di donne, ornamentale e sexy sembrano decisamente andare d’accordo: qual è la tua opinione al riguardo?
Beh, lo dice la parola stessa: ornamentale. A quale donna, ognuna a modo suo, non piace ornarsi e agghindarsi? Non esiste situazione più tribale di tatuarsi parti del corpo sexy per attrarre su di sé gli sguardi altrui. La maggior parte delle donne tribali, tatuate a loro volta, lo fa per il medesimo motivo. Si tratta semplicemente di una condizione umana atta a provocare la chimica, no?

Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia

Da dove trai ispirazione per le tue ricercatissime composizioni? Procedi in base all’intuito oppure riproduci figure geometriche classiche alle quali apporti delle modifiche personali?
La ricerca penso sia la base di tutto. E io sono costantemente alla ricerca di immagini che possano stuzzicare la fantasia. Possono ispirami fotografie di interior design, ceramiche, tappeti, tessuti e architettura in generale, ovviamente prediligendo la declinazione Medio Orientale ed asiatica.

Una volta che ho fatto il pieno d’informazioni, la mia mente passa dallo stato della ragione-veglia allo stato del subconscio-intuitivo (alias il terzo occhio) ed è proprio in quel preciso momento che mi immergo nel mio mondo. Da lì nasce tutto.

Ho notato alcuni tuoi full piece su schiena davvero notevoli. Dimmi la verità: quando cominci a tatuare spazi così vasti e dettagliati è dura fermarsi, vero?
Esatto. Mi piacerebbe non finire mai, ma non per il pezzo in sé piuttosto per la persona che sto tatuando. Quando si fanno tattoo così grandi si entra in una confidenza tale con il cliente che la maggior parte delle volte mi affeziono talmente tanto che, alla fine, quasi mi dispiace non “vederla” più.

Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia

Fammi capire meglio…
Beh, per “vederla” intendo quello stato emotivo in cui il tatuarsi ti porta a essere indifeso, nudo, toccato, sudato, dolorante, vero, presente. Tutte cose che le persone non sono portate a essere, al di fuori del mio studio.

Hai avuto dei maestri nel corso della tua carriera oppure ti ritieni una tatuatrice autodidatta?
Per quanto riguarda la tecnica sono completamente autodidatta, ma appena mi è capitata l’occasione ho partecipato a svariati seminari/workshop per poter capire più da vicino alcune cose e chiarire eventuali dubbi chiedendo lumi a tatuatori con molta più esperienza di me. Ovviamente ci sono molti artisti del tatuaggio nel mondo che stimo e ai quali mi sono sempre ispirata.

Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia
Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant’Ilario D’Enza, Reggio nell’Emilia

Ambisci a guest spot internazionali e convention estere per crescere ulteriormente?
Sì, mi piacerebbe provare anche esperienze al di fuori dell’Italia. Amo viaggiare e, attraverso il tatuaggio, avrei come l’opportunità di vedere posti nuovi e conoscere nuova (e bella) gente.

Ultima domanda: senti musica di un certo tipo quando devi tatuare soggetti così antichi e, per l’appunto, ornamentali?
Il sottofondo musicale è importantissimo e comunque la prima cosa che si fa in studio dopo aver alzato le serrande è accendere le casse! (ride) Prediligo musica che possa creare un ambiente rilassato e concentrato. Chiaramente dipende un po’ anche dal cliente e dalle dimensioni del pezzo da tatuare. A volte prediligo musica più tribale e strumentale con miriadi di percussioni; a volte più melodica/new age.

Solo quelle sonorità in particolare?
Beh, per spezzare la monotonia e per alleggerire gli spiriti che convivono in uno studio open space come il “Terzo Occhio Tattoo”, ogni tanto si passa anche del rock ‘80/’90 che non guasta mai. Di solito ci ritroviamo a canticchiare un po’ tutti sottovoce: tatuatori e clienti. Quello sì che è lo spirito giusto! (sorride)

Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia Manu Terzo Occhio, Terzo Occhio Tattoo, Sant'Ilario D'Enza, Reggio nell'Emilia
Seguite Manu su Instagram: @manuterzoocchio

The post Manu Terzo Occhio: l’Ornamentale che scatena farfalle nello stomaco appeared first on Tattoo Life.

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *