Jo Arancibia: dal Cile ad Ancona con tanta arte nel cuore

Il tatuatore d’origine sudamericana ci svela la sua maestria nel campo del tattoo Giapponese e ci confida che la sua vita on the road, al momento, è solo sospesa…

Ciao Jo, mi illustri le tappe salienti di un percorso che ti hanno portato a fare base nelle Marche?
Sono nato e cresciuto in una piccola città lungo la costa cilena chiamata San Antonio. Tutta la mia adolescenza l’ho passata – anche grazie a mio fratello maggiore Marco che mi portava con sé ogni volta che usciva di casa – immerso nella cultura underground che offriva la mia realtà di allora: concerti punk, gare di skate e Bmx, eventi autogestiti ecc.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

E lì conosci un po’ di tattoo art…
Esatto. In quel mondo c’era una cosa che accomunava tanti stili e gusti anche diversi tra loro: il tatuaggio! Mi innamorai subito di quest’arte, tanto che convinsi i miei amici a fare autostop fino alla capitale (Santiago del Cile) per andare a visitare i più famosi tattoo shop del luogo.
Mi interessava vedere come lavoravano i tatuatori, come saldavano gli aghi: per me era pura magia!

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Poi che accade nella tua vita?
Nel 2007, appena compiuti diciannove anni, ho colto l’opportunità di viaggiare per raggiungere mio padre che viveva da tempo, in Italia: ad Ancona per la precisione. L’Europa rappresentava per me una terra piena di stimoli e opportunità di crescita in una scena, quella del tatuaggio, che volevo diventasse la mia vita.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Come descriveresti lo stile dei tuoi tatuaggi? Ci sono sicuramente delle forti influenze orientali e Giapponesi che però tu applichi indifferentemente ad una vasta quantità di soggetti, vero?
Sicuramente l’influenza più forte è l’arte del tatuaggio in stile Giapponese. Dell’arte orientale mi affascina molto l’iconografia e l’interpretazione essenziale dei soggetti e degli elementi, come accade ad esempio nell’Ukiyo-e oppure nella tradizione tibetana.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Poi trovo ispirazione anche nello stile delle vecchie illustrazioni botaniche e di natura in generale. Anche le grafiche old school sulle tavole da skate mi piacciono, così come l’Art Nouveau di Alphonse Mucha. Un bel mix di cose, insomma! (ride)

Il mio stile lo descriverei come una delle tante nuove interpretazioni del Giapponese con un tratto un po’ dinamico.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Cosa mi racconti dei tuoi Portraits in black-n-grey? Ogni tanto noto che ne esegui qualcuno, quindi la mia domanda è: ti piacerebbe farne di più se te lo chiedessero più spesso?
Il black-n-grey è uno degli stili che mi ha sempre accompagnato in questi anni di inchiostro. Ne eseguo parecchi in realtà, però non li pubblico molto. Quando mi capita, li eseguo sempre volentieri, soprattutto se dietro c’è una bella idea. Bella sì, ma soprattutto originale.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Anche se ti definisci “artista autodidatta” hai incontrato delle persone a cui pensi di dover dire grazie nel corso della tua carriera?
Indubbiamente sono tante le persone che sento di ringraziare: dai pittori incrociati nel mio cammino ai graffitari con cui ho disegnato passando per i primi studi di tatuaggi che mi hanno aperto le loro porte in Italia e in giro per l’Europa. Il mio rispetto va a Tiziano e a tutti i colleghi del “Tattoo Experience” (il mio studio”base” di Ancona) e a Jorre dello studio “The Black Lotus” di Anversa da cui penso d’aver imparato tanto negli ultimi anni. Tutti hanno in qualche modo condiviso quel che sapevano e questo mi ha aiutato molto.

E infine sento di ringraziare ogni mio singolo cliente perché è grazie a loro se continuo a imparare.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Rane, aragoste, palombari, martin pescatori ecc. Noto che ti piace tatuare un bel po’ di soggetti che hanno a che vedere con l’elemento dell’acqua: perché?
Ah, l’acqua! L’acqua, come tutti gli altri elementi della natura, ha qualcosa di veramente magico.
L’acqua, ma soprattutto il mare e le sue creature sono fenomeni che mi hanno sempre lasciato a bocca aperta. Il mare, con le sue onde, è imprevedibile e davvero dinamico. Mi ha sempre colpito parecchio l’interpretazione che gli viene data nei dipinti e tatuaggi dello stile Giapponese.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Tu non tatui e basta. Ultimamente ho scoperto che hai personalizzato un furgone con uno splendido paesaggio marino. Ci dobbiamo aspettare in futuro un Jo Arancibia non solo dedito alla tattoo art?
Beh, quella è stata una commissione molto particolare e stimolante. L’ho realizzata assieme al mio amico e collega Skugio e ci siamo divertiti tantissimo a farla! Mi piace dipingere, mi comunica una grande sensazione di libertà poter spaziare nelle diverse tecniche e provare diversi materiali senza limiti. Sinceramente, ti dirò, mi stimola l’idea di dedicare più tempo alla pittura in futuro.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

Dal Cile (dove sei nato nel 1988) ad Ancona è un bel viaggio geografico ed esistenziale allo stesso tempo. Cosa hai trovato di significativo in Italia che ti ha fatto decidere di interrompere la tua storia on the road?
Già, è un gran bel viaggetto! Si passa da una realtà ad un’altra completamente differente. Ancona rimane sempre la mia base, dove sto bene e abito assieme alla mia ragazza che mi supporta e sopporta allo stesso tempo, ma in realtà l’on the road non si è fermato affatto… Solo che negli ultimi anni è diventato un po’ meno caotico di prima! (ride)

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona

E dove ti sposti di bello?
Continuo a fare guest in Italia, Svizzera, Olanda e Belgio. Lo scorso anno ho avuto il grande onore e il piacere di fare un bel viaggio in California durato un mese e mezzo. Sai, è stato fantastico lavorare in studi come il “Full Circle” di Bill Canales – a cui sono molto grato – e il “Memoir Tattoo” di Shawn Barber a Los Angeles. Ora è un momento un po’ particolare per tutti per via di questo virus, ma rimango comunque concentrato e carico per il prossimo viaggio che mi aspetta. Sperando accada presto perché, per me, viaggiare significa mantenere viva la curiosità mi spinge a rinnovarmi in questa arte. Un’arte che amo davvero tanto.

Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona Jo Arancibia, Tattoo Experience, Ancona
Seguite Jo su Instagram: @jo_arancibia

The post Jo Arancibia: dal Cile ad Ancona con tanta arte nel cuore appeared first on Tattoo Life.

About the author

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *